Il colore in casa

Nella realizzazione di una casa, i colori sono un elemento fondamentale per valorizzare i dettagli e per conferire la giusta personalità ad ogni ambiente, in particolare nella definizione degli interni.

La scelta dei colori giusti non dipende solamente dalle preferenze individuali e gli abbinamenti corretti vanno studiati in funzione di diversi fattori. Vediamo di seguito alcune domande che possono aiutare nella individuazione dei colori da utilizzare, senza fermarsi solo al gusto personale:

  • quale stile si vuole dare alla casa?
  • quali sono le tendenze del momento suggerite da chi si occupa di design d’interni?
  • quali nuovi arredi verranno inseriti?
  • quali vecchi arredi vengono riutilizzati o recuperati?
  • quanto è grande l’appartamento e qual è l’ampiezza e la dislocazione dei singoli ambienti?
  • Come sono distribuite la luce naturale e quella artificiale?

La scelta delle tinte non deve ridursi ad una questione di gradimento istintivo, ma dovrà tenere conto degli ambienti e degli abbinamenti tra i colori delle pareti, dell’arredamento e dei complementi. Sono dettagli importanti che contribuiscono a conferire alla casa il carattere desiderato.

I giusti abbinamenti dei colori

Distinguere le categorie dei colori (colori primari, colori secondari, colori terziari, colori complementari, colori caldi e freddi, colori neutri) permette di fare scelte ponderate e più mirate alle effettive esigenze.

Per chi fosse interessato, invitiamo ad approfondire, in un contesto più divulgativo, le informazioni sul colore.

In questo articolo, invece, vogliamo fornirvi alcuni consigli pratici ed essenziali per accostare le diverse tinte e quindi cercare di utilizzare quelle più appropriate alla valorizzazione degli ambienti di casa.  Una buona regola generale è quella di mantenere una piacevole armonia tra i colori, come se ci fosse un dialogo tra ciascun locale della casa.

Il linguaggio universale del colore

Attraverso l’uso del colore è possibile far emergere e comunicare la personalità di chi abiterà la casa. I colori influenzano la percezione visiva degli spazi domestici, condizionando il modo in cui saranno vissuti e la casa assume lo stile e il carattere dei proprietari. La scelta dei colori e dei loro abbinamenti non è solamente una questione di gusti, ma diventa anche un elemento fondamentale per trasmettere le emozioni più consone e adeguate a ciascun ambiente: ad esempio, serenità nella zona notte, allegria ed energia in cucina, eleganza e accoglienza nel soggiorno o nell’area living.

Gli spazi e la loro percezione

Nella complessa scelta dei colori sarà importante considerare lo spazio disponibile, la luminosità delle stanze, la disposizione degli arredi e gli stili a cui ci si vuole ispirare. Un altro fattore rilevante è l’armonia tra le tinte in modo che pareti, mobili, pavimenti e tessuti stiano bene insieme nello stesso contesto abitativo. L’utilizzo corretto del colore riesce anche a fornire una diversa percezione delle geometrie e delle prospettive di una stanza, valorizzandone i pregi o magari riducendo l’effetto di alcuni difetti.

Per esempio, quando una stanza è troppo alta, se si dipinge il soffitto utilizzando un colore scuro in contrasto con le pareti si ottiene l’effetto percettivo di un’altezza inferiore. Al contrario se l’obiettivo sarà quello di avere la percezione di una stanza più alta bisognerà dipingere il soffitto di un colore più chiaro rispetto alle pareti,

 

Quali colori utilizzare?

Come le persone appassionate d’interior design ben sanno, è sempre un momento delicato quello in cui si devono identificare le tinte migliori per arredare e per colorare le stanze di casa.

Non è facile determinare i migliori accostamenti di colore tra i tantissimi a disposizione. Inoltre, bisogna ricordarsi di utilizzare i colori in modo equilibrato.

Ecco 4 semplici regole che possono essere utili per la selezione delle giuste tonalità.

 

1. Scegliere il colore dominante

Abbiamo visto in precedenza che i colori possono essere un linguaggio che comunica la personalità di chi li impiega. Perciò, stabilito uno stile principale, può diventare utile definire una tavolozza di colori bilanciata che si basa sulla “regola del 60 - 30 – 10”.

Questa regola si compone di 3 passaggi:

    • scelta del colore principale o “colore dominante, cioè la tinta più importante che occuperà il 60% della stanza da arredare. Di solito si opta per una tonalità neutra come ad esempio il bianco, il grigio, il beige o l’avorio.
    • al primo colore seguirà il “colore secondario”, che potrà essere in contrasto con il primario per creare movimento e profondità. Visto che occuperà circa il 30% dello spazio diventa interessante giocare sulle contrapposizioni. Il secondo colore può essere utilizzato per i mobili e i complementi d’arredo.
    • ultimo passaggio è la scelta del cosiddetto colore d’accento, ovvero quello che accentuerà il contrasto con le altre due tinte e che, con il suo 10% occupato nel contesto dell’ambiente, sarà il dettaglio che cattura l’attenzione. È quel colore solitamente utilizzato per i particolari e le finiture, nelle decorazioni o nei tessuti dei cuscini, delle sedie o delle poltrone ma anche negli accessori come lampade o quadri.

2. Creare l'atmosfera giusta

Per attribuire il carattere voluto all’abitazione e far emergere le emozioni e le energie ricercate, sarà importante scegliere se utilizzare colori caldi oppure freddi. Sappiamo che tradizionalmente i colori caldi aiutano a creare un’atmosfera accogliente e conviviale, mentre nel caso in cui si voglia creare una situazione più elegante e rilassante, la scelta ricade sui colori freddi.

3. Giocare e osare con i contrasti

La scelta di abbinare due colori complementari, ovvero quelli contrapposti all’interno del cerchio cromatico, è attualmente una tra le più adottate dai progettisti d’interni.
A questo abbinamento segue poi un accostamento con altre tinte neutre, al fine di creare un effetto riposante per gli occhi, di attenuare in maniera morbida ed elegante i giochi di contrasto o per portare l’attenzione sui dettagli d’arredo.

4. Armonia e analogia di colori

Utilizzare come primario e secondario due colori analoghi, ovvero posizionati uno a fianco all’altro nella ruota dei colori, permette di creare una palette armoniosa, con la possibilità di utilizzare sia colori più intensi sia tonalità pastello, in base allo stile e alla personalità che si vuole dare alla propria casa. La scelta di colori affini permette di utilizzare toni simili con intensità e sfumature diverse.

Abbiamo visto quanto sia importante e determinante la scelta dei colori per personalizzare il carattere della propria casa e renderla accogliente.
Queste semplici regole si applicano ai singoli ambienti ma, ricordiamo, sono utili e importanti anche per creare la giusta continuità e armonia tra le diverse stanze. Infine, abbiamo visto che la scelta del colore non riguarda solamente le pareti ma prevede il coordinamento tra pavimenti, arredi e lo stile complessivo.

Tielle Costruzioni & Ristrutturazioni, grazie alla lunga esperienza e alle competenze professionali maturate in azienda, accompagna il cliente  nella importante fase di definizione della tavolozza di colori, per valorizzare e personalizzare la nuova casa o la ristrutturazione. Per questo nel nostro servizio “chiavi in mano” oltre agli aspetti tecnici, legali e di coordinamento mettiamo sempre al centro l’esperienza e le emozioni dei nostri clienti. Siamo pronti per ascoltarvi. Vogliamo essere il vostro unico interlocutore e farvi vivere tutta la gioia di poter realizzare “casa vostra”.

Vi aspettiamo nei nostri uffici in Via della Pineta, 45 a Cagliari, per offrirvi la nostra consulenza e valutare insieme a voi le vostre esigenze e il lavoro migliore da svolgere.